Italiano

Come migliorare la precisione delle ispezioni a infrarossi

8 Agosto 2018 | Termografia

La messa a fuoco è il fattore più importante (e il più complesso) nella precisione dell'immagine termica, vale quindi la pena impiegare del tempo per ottenere l'immagine più precisa possibile con la termocamera. Ecco alcuni suggerimenti su come migliorare questa precisione:

Focus sui dettagli

Se sei un operatore termografico con esperienza, probabilmente ti piacerà usare la messa a fuoco manuale. Sai esattamente come raggiungere il livello di dettaglio che cerchi. Ecco alcuni consigli aggiuntivi che potrebbero aiutarti a velocizzare l'operazione di messa a fuoco manuale:

  • Iniziare con una tavolozza di colori monocromatici perché, in genere, l'occhio umano mette a fuoco più facilmente il bianco e nero (scala di grigi) oppure in nero e giallo (ambra), invece che in scale di colori.
  • Cercare un bordo nitido nel campo visivo posto alla stessa distanza del proprio punto da ispezionare, quindi mettere a fuoco prima quello.

La messa a fuoco automatica con laser permette di risparmiare ancora più tempo. Puoi utilizzare il metro laser per calcolare e visualizzare la distanza dal punto da ispezionare e il sistema di messa a fuoco mette a fuoco per te. Alcune termocamere sono ancora più avanzate grazie all'acquisizione multifocale che registra più immagini da varie distanze focali e poi utilizza un software apposito per combinarle in un'immagine con una profondità di dettaglio del campo massima.

Puntare su risoluzione e campo di visione

Come sai, esistono due tipi di risoluzione, quella del rilevatore (misurato in pixel) e quella spaziale (misurata in mRad). Ogni pixel del rilevatore rileva la temperatura apparente della relativa area del punto ispezionato, quindi più pixel ci sono, maggiore è la risoluzione del rilevatore e più precisa sarà l'immagine. La risoluzione spaziale combina la risoluzione del rilevatore con il campo di visione specifico per definire l'area che la termocamera riprende in un dato momento. La risoluzione spaziale può essere utilizzata per definire l'oggetto più piccolo che può essere rilevato. Minore è il valore della risoluzione spaziale, migliori saranno il dettaglio e la qualità dell'immagine.