Italiano

Come misurare la corrente con una pinza amperometrica accessoria

How to measure current with a clamp accessory
Sebbene sia spesso considerato principalmente come strumento di misura della tensione, il multimetro digitale dotato di pinza accessoria è in grado di misurare rapidamente la corrente.
  1. Stabilire se la corrente da misurare è di tipo AC o DC.
  2. Selezionare una pinza accessoria adatta al multimetro da utilizzare progettata per misurare uno specifico tipo di corrente oppure una pinza che sia in grado di misurare la corrente sia AC che DC.

    Nota: consultare le specifiche tecniche della pinza accessoria e stabilire se produce in uscita un livello di corrente o di tensione.

  3. Determinare la corrente massima prevista del circuito controllando la targhetta identificativa del componente oppure la corrente nominale dell'interruttore. Le pinze accessorie a innesto sono disponibili con vari range preimpostati. Stabilire se il range del multimetro o della pinza accessoria è sufficiente per misurarla. In caso contrario, scegliere uno strumento dotato di range più elevati.

    Nota: Se lo strumento di misura include terminali di corrente protetti da fusibili, verificare che questi ultimi siano integri.

  4. Configurare il proprio multimetro digitale nel modo seguente:
    • Per misurare la corrente AC con una pinza amperometrica con uscita in corrente, portare la manopola su mÃ/Ã.
    • Inserire il puntale nero nel connettore COM.
    • Nel caso di pinze accessorie a innesto che producono una uscita di corrente AC, inserire il puntale rosso nel connettore mÃ/Ã. Queste pinze sono progettate per misurare soltanto la corrente AC e, a seconda del fattore di scala della pinza, fornire 1 mA al multimetro digitale per ogni 1 A di corrente misurata (1 mA/A).
    • Eseguire i passaggi 6-8 riportati di seguito.
    • Per misurare la corrente AC/DC con una pinza con uscita in tensione, portare la manopola su mVac per la corrente AC o su mVdc per la corrente DC.
    • Inserire il puntale nero nel connettore COM.
    • Nel caso di pinze a innesto che producono una uscita in tensione, inserire il puntale rosso nel connettore V. Queste pinze sono state progettate per fornire 1 mV, 10 mV o 100 mV al multimetro digitale per ogni 1 A di corrente misurata.
    • Eseguire i passaggi 6-8 riportati di seguito.
  5. Aprire le ganasce premendo il grilletto dello strumento.
  6. Inserire un unico conduttore all'interno delle ganasce. Assicurarsi che le ganasce siano completamente chiuse prima di effettuare le misurazioni.
  7. Leggere la misura sul display.

    Suggerimento: Le pinze misurano la corrente in un circuito misurando l'intensità del campo magnetico intorno a un singolo conduttore. Quando possibile, distanziare di alcuni centimetri il conduttore del test da quelli circostanti. Obiettivo: evitare che la pinza capti campi magnetici dispersi. Se non è possibile distanziare i conduttori, effettuare varie misurazioni in punti diversi lungo lo stesso conduttore. Non misurare conduttori schermati, poiché i campi magnetici sono molto attenuati o addirittura eliminati.

Analisi relativa alla misura di corrente

Conoscere il livello di corrente assorbita di un sistema, componente o circuito è molto utile durante la ricerca guasti.

Componenti elettrici come i motori spesso recano una targhetta identificativa che riporta la corrente nominale del circuito. È possibile confrontare il valore della misura di corrente con quella nominale per stabilire la condizione operativa del componente.

Eseguire le misurazioni di corrente: per determinare la corrente che un carico (un componente, ad esempio, un motore) assorbe dal sistema. È anche possibile misurare il carico totale di un circuito.

Un motore, ad esempio, è sovraccaricato se assorbe più corrente di quella nominale, mentre non è caricato a sufficienza se ne assorbe meno.

Durante la ricerca guasti, un tecnico può acquisire una misura di riferimento ed essere alla ricerca di un sovraccarico, una sovracorrente o ino squilibrio di corrente tra fasi.

In genere, valori di corrente superiori a quelli nominali indicano un problema che può causarne degli altri. Una corrente più elevata produce una temperatura iù elevata, con possibile danneggamento dell'isolamento e guasto del componente.

La maggior parte dei multimetri digitali è in grado di misurare correnti DC o AC di massimo 10 A. Le correnti più elevate devono essere rdotte con una pinza accessoria, la quale riesce a misurare la corrente in un circuito di valore da 0,01 A a 1000 A misurando l'intensità del campo elettrico intorno a un conduttore.

Ai fini della massima efficienza, si raccomanda di effettuare una misura di corrente quando si installa per l prima volta l'apparecchiatura e durante il suo normale funzionamento. Queste misure possono essere usate come valore di rigerimento di confronto durante la ricerca guasti per un eventuale problema in futuro.

Riferimento: Digital Multimeter Principles di Glen A. Mazur, American Technical Publishers.

Trova il multimetro adatto a te