Keeping your world up and running.
Home  |  Solution Center  |  Applicazioni Elettriche  |  Glossario sugli impianti elettrici

Glossario sugli impianti elettrici

° A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

°C

Gradi centigradi

°F

Gradi Fahrenheit

AC

Corrente alternata.

Precisione

La precisione di un tester digitale è definita dalla differenza tra la lettura e il valore effettivo di una quantità misurata in determinate condizioni di riferimento. La precisione è espressa nel formato (±xx% rdg ±xx dgt). La prima parte identifica una percentuale di errore relativa alla lettura, che indica che è proporzionale alla corrente in ingresso. La seconda parte è un errore, in cifre, che è costante indipendentemente dalla corrente in ingresso. "Rdg" sta per lettura e "dgt" sta per cifre. Dgt indica i conteggi sull'ultima cifra significativa del display digitale ed è generalmente utilizzato per rappresentare un fattore di errore di un tester digitale.

Potenza attiva

Un termine utilizzato per potenza, per distinguere tra potenza apparente, potenza complessa e relativi componenti e tra potenza attiva e reattiva. Vedere Amperora

Ampère (A)

L'unità che indica la velocità di flusso di una corrente elettrica. Un ampere è la corrente prodotta dalla differenza di potenziale di un volt attraverso una resistenza di un ohm; un flusso di corrente elettrica a una velocità di un coulomb al secondo.

Amperora (Ah))

L'uso di un ampere per un'ora.

Amperorametro

Un contatore elettrico che misura e registra l'integrale, rispetto al tempo, della corrente di un circuito a cui è collegato.

Potenza apparente (voltampere)

Il prodotto della tensione e della corrente applicate in un circuito AC. La potenza apparente, o voltampere, non equivale alla potenza effettiva del circuito poiché nel calcolo non viene considerato il fattore di potenza.

Ampiezza di banda

Intervallo di frequenza delle grandezze ammissibile dallo strumento.

Calibrazione

La calibrazione è un'operazione che permette di definire le caratteristiche metrologiche di uno strumento, allo scopo di definirne la precisione; la calibrazione ha come obiettivo rendere lo strumento più accurato e spesso, conseguentemente, migliorarne la precisione (in particolare nella strumentazione a lettura diretta).

Capacità

1) Il rapporto tra una carica impressa su un conduttore e la corrispondente variazione di potenziale. 2) Il rapporto tra la carica di uno dei conduttori di un condensatore e la differenza di potenziale tra i conduttori. 3) La proprietà di poter ricevere una carica elettrica.

Condensatore

Un dispositivo elettrico dotato di capacità.

Catodo

1) L'elettrodo negativo che emette elettroni o ioni negativi e verso il quale si spostano o si raccolgono gli ioni positivi in una cella voltaica o altri dispositivi simili. 2) Il polo negativo di una batteria.

CEE

Commissione internazionale che stabilisce le regole per l'approvazione delle apparecchiature elettriche. Un'agenzia regionale ed europea per la sicurezza a cui gli Stati Uniti partecipano solo come osservatori.

Conduttività

La capacità di un conduttore di trasportare l'elettricità, generalmente espressa come percentuale della conduttività di un conduttore di rame dolce delle stesse dimensioni

Conduttore

1) Un filo o un insieme di fili adeguati al trasporto della corrente elettrica. I conduttori possono essere isolati o scoperti. 2) Qualsiasi materiale che consenta il flusso di elettroni.

Distanza di dispersione

La distanza più corta tra due conduttori, misurata lungo il dispositivo che li separa. La Distanza di dispersione generalmente è un parametro di dimensionamento per isolatori o rivestimenti isolanti.

Fattore di cresta

Il rapporto tra il valore di picco e il valore efficace. Rappresenta la gamma di corrente o tensione in ingresso in cui uno strumento di misura mantiene un funzionamento lineare, espressa mediante un multiplo del valore del fondo scala della gamma utilizzata. Fattore di cresta = Valore di picco/valore RMS?effettivo Per le onde sinusoidali, fattore di cresta = 141/100 = 1,4

DC

1) Corrente diretta. 2) Corrente continua.

Decibel (dB)

Un'unità utilizzata per esprimere l'ampiezza della variazione di livello del segnale elettrico e dell'intensità sonora. Un rapporto di tensione di 1 a 10 corrisponde a -20dB, 10 a 1 corrisponde a 20dB, 100 a 1 corrisponde a 40dB e 1000 a 1 corrisponde a 60dB. Un rapporto di potenza di 10 a 1 non corrisponde a 20dB, ma a 10dB, poiché la potenza (P) è proporzionale al quadrato della tensione (V).

dBm

Decibel rispetto a un milliwatt. Maggiore è il valore dBm, maggiore sarà la potenza trasmessa o ricevuta dai dispositivi.

Dielectric

1) Qualsiasi dispositivo che isola elettricamente due conduttori. 2) Il dispositivo utilizzato per isolare o separare elettricamente.

Costante dielettrica

La permittività elettrica (nel Sistema Internazionale), o impropriamente costante dielettrica (nel linguaggio comune), è una grandezza fisica che descrive come un campo elettrico influenza ed è influenzato da un mezzo dielettrico, ed è determinata dalla capacità di un materiale di polarizzarsi in presenza del campo e quindi ridurre il campo elettrico totale nel materiale. In breve quindi la permittività è la predisposizione di un materiale a trasmettere (o permettere) un campo elettrico.

Test dielettrico

Un test utilizzato per verificare un sistema di isolamento. Una tensione di grandezza specifica applicata per un periodo di tempo specifico.

Resistenza dielettrica

La capacità dei materiali isolanti e dei distanziali di resistere a specifiche sovratensioni per un determinato periodo di tempo (un minuto, a meno non sia specificato diversamente) senza scariche elettriche o archi disruptivi.

Diode

Un dispositivo semiconduttore (raddrizzatore) a due terminali con tensione-corrente non lineare. La funzione di un diodo consiste nel permettere il passaggio di corrente in una direzione e bloccarlo nell'altro senso. I terminali di un diodo sono denominati anodo e catodo.

Farad

Unità di misura della capacità di un condensatore sul quale si rileva una differenza di potenziale di un volt con carica elettrica pari a un coulomb.

Frequenza

Nei circuiti AC, la velocità alla quale la forma d'onda completa un ciclo, espressa in hertz (cicli al secondo).

Massa

1. In elettronica la massa è la parte di un circuito elettrico il cui potenziale elettrico è per definizione posto a zero. Negli impianti la massa è una parte conduttrice di un componente elettrico che può essere toccata e che normalmente non è in tensione, ma potrebbe andare in tensione al verificarsi di un guasto. 2. Un collegamento con capacità conduttive, intenzionale o accidentale, per mezzo del quale un circuito elettrico o un'apparecchiatura vengono collegati a terra o alcuni elementi conduttori che fungono da terra.

Armonica

Una componente sinusoidale la cui frequenza della tensione è un multiplo intero della frequenza d'onda fondamentale. Le armoniche sono principalmente il risultato delle apparecchiature elettroniche moderne. I componenti elettronici odierni sono progettati per assorbire corrente a "impulsi" piuttosto che in modo regolare e sinusoidale come le vecchie apparecchiature non elettroniche. Questi impulsi causano forme d'onda di corrente distorte che a loro volta causano una distorsione della tensione. Le armoniche di corrente e tensione possono causare problemi quali surriscaldamento del cablaggio, dei collegamenti, dei motori e dei trasformatori e possono causare scatti involontari degli interruttori.

Henry (H)

L'unità di misura metro-chilogrammo-secondo dell'induttanza, pari all'induttanza di un circuito in cui la forza elettromotrice di un volt viene prodotta da una corrente nel circuito che varia alla velocità di un ampere al secondo.

Hertz (Hz)

1) Un'unità di frequenza pari a un ciclo al secondo. 2) Nella corrente alternata, il numero di variazioni di poli negativi e positivi al secondo.

I

Corrente

IEC

Commissione elettrotecnica internazionale.

Induttanza

1) La proprietà di un circuito in cui una variazione di corrente induce una forza elettromotrice. 2) Componente magnetico dell'impedenza.

Corrente di spunto

La sovratensione iniziale che si verifica prima che la resistenza di carico aumenti al normale valore di esercizio.

Resistenza

L'isolamento elettrico, o isolamento galvanico, è la condizione per cui tra due punti a differente potenziale non ha luogo una circolazione di corrente.

kilo

Un prefisso che indica mille (1000).

kVA

1) Potenza apparente espressa in migliaia di Voltampere. 2) Il valore nominale Kilovoltampere definisce la corrente in uscita che un trasformatore può erogare alla tensione e alla frequenza nominale senza raggiungere un limite di temperatura specificato.

kVAR

kVAR è la misura del flusso di corrente reattiva aggiuntivo che si verifica quando la tensione e il flusso di corrente non sono perfettamente sincronizzati o in fase.

kW

Potenza attiva espressa in kilowatt (kW).

kWh

Kilowattora, l'uso di mille watt all'ora.

L

Un simbolo per indicare l'induttanza. L'unità di misura è un "Henry".

LED

Diodo a emissione di luce

Megaohmmetro

Un dispositivo di prova che applica una tensione CC e misura la resistenza (in milioni di ohm) fornita dall'isolamento dell'apparecchiatura o dei conduttori.

Ohm (Ω)

Un'unità di misura della resistenza elettrica definita come la resistenza di un circuito con una tensione di un volt e un flusso di corrente di un ampere.

Legge di Ohm

V=RI; dove V = la tensione applicata a un circuito, I = la corrente che scorre nel circuito e R = la resistenza del circuito. La legge di Ohm è utilizzata per calcolare la caduta di tensione, la corrente di guasto e altre caratteristiche di un circuito elettrico.

Picco

L'ampiezza della forma d'onda AC dal picco positivo o negativo allo zero.

PF

Fattore di potenza

Sfasamento

L'oscillazione angolare tra una forma d'onda della corrente e della tensione, misurata in gradi o radianti.

Rotazione delle fasi

La rotazione delle fasi definisce la rotazione in un sistema polifase e generalmente è specificata come "1-2-3", rotazione in senso antiorario. I servizi pubblici negli Stati Uniti utilizzano "A-B-C" per definire i nomi delle rispettive fasi al posto di "1-2-3". Tuttavia, alcuni fanno riferimento alla rotazione come A-B-C, A-C-B o C-B-A in senso antiorario, dove "A" può sostituire 1, 2 o 3. In Europa viene adottato R-S-T per definire i nomi delle fasi.

Polarità

1) Il termine elettrico utilizzato per indicare la relazione della tensione rispetto a un potenziale di riferimento (+). 2) Per quanto riguarda i trasformatori, la polarità indica la direzione del flusso di corrente attraverso terminali ad alta tensione rispetto alla direzione attraverso terminali a bassa tensione.

Fattore di potenza

Il rapporto dell'energia assorbita (watt) rispetto al prodotto della tensione in ingresso (volt) per la corrente in ingresso (ampere). In altre parole, il fattore di potenza è la percentuale dell'energia utilizzata rispetto al flusso di energia che attraversa i cavi. L'aggiunta di condensatori al sistema varia l'effetto induttivo delle bobine autoregolatrici, convertendo un sistema con fattore di potenza normale (NPF) in uno con fattore di potenza elevato (HPF).

Gamma

Limiti di esercizio nominali, specificati dal punto di calibrazione inferiore a quello superiore.

Potenza effettiva

Il valore medio del prodotto istantaneo di volt e ampere su un periodo di tempo fisso in un circuito AC.

Gamma di riferimento

Una gamma specifica di valori di una grandezza d'influenza entro la quale il trasduttore rimane conforme ai requisiti relativi agli errori intrinseci.

Valore di riferimento

Un determinato valore singolo di una grandezza di influenza al quale il trasduttore rimane conforme ai requisiti relativi agli errori intrinseci.

Condizioni di riferimento

Condizioni d'uso di un trasduttore prescritte per il test delle prestazioni o per garantire un confronto valido dei risultati della misurazione.

Corrente residua

La somma algebrica, in un sistema multifase, di tutte le correnti di linea.

Resistenza

L'opposizione al flusso di corrente, espressa in ohm.

Valore quadratico medio (RMS)

Il valore efficace della tensione o della corrente alternata. Il valore RMS corrisponde a una tensione o corrente DC equivalente ad una tensione o corrente AC che genera lo stesso effetto termico su di una resistenza.

Cortocircuito

1. Un carico che si verifica quando un conduttore non collegato a massa entra in contatto con un altro conduttore o un oggetto collegato a massa. 2. Un collegamento anomalo con un'impedenza relativamente bassa, eseguito intenzionalmente o accidentalmente, tra due punti di potenziale differente.

THD

THD (%THD, Total Harmonic Distortion, Distorsione totale armonica) — il contributo di tutte le tensioni o correnti armoniche a frequenza alla corrente o alla tensione fondamentale, espresso come percentuale del valore fondamentale.

Vero RMS

La maggior parte delle tensioni e delle correnti alternate viene espressa in valori efficaci, anche definiti come RMS (Root-Mean-Square, valore quadratico medio). Il valore efficace è la radice quadrata della media del quadrato dei valori della tensione o della corrente alternata. Molti multimetri a pinza con circuiti di tipo rettificatore sono dotati di scale calibrate in valori RMS per le misurazioni AC. Ma misurano effettivamente il valore medio della corrente o della tensione in ingresso, supponendo che la tensione o la corrente sia un'onda sinusoidale. Il fattore di conversione per un'onda sinusoidale, ottenuto dalla divisione del valore effettivo per il valore medio, è 1,1. Questi strumenti non funzionano correttamente se la corrente o la tensione in ingresso presenta onde di forma diversa da quella sinusoidale.

V

Tensione; Volt.

VA

1) Carico elettrico, espresso in Voltampere. 2) Il valore nominale Voltampere definisce la corrente in uscita che un trasformatore può erogare alla tensione e alla frequenza nominale senza superare un determinato aumento di potenza.

VAR

Voltampere reattivo. Vedere anche "Potenza reattiva".

Volt

Un'unità di forza elettromotrice. Il potenziale elettrico necessario per produrre un ampere di corrente con una resistenza di un ohm.

Caduta di tensione

La perdita di tensione in un circuito durante il passaggio di corrente.

Watt

1) Nelle misurazioni AC, la potenza attiva (misurata in Watt) corrisponde al prodotto della tensione, della corrente e del fattore di potenza (il coseno dello sfasamento tra la corrente e la tensione). Watt=E*I *COS(f). Un Watt è un'unità di misura della potenza che considera sia volt che ampere ed è uguale alla potenza presente in un circuito in cui scorre una corrente di un ampere attraverso una differenza di potenziale di un volt. 2) Un joule/secondo.

Wattora

1) Un'unità di lavoro pari alla potenza di un watt in funzione per un'ora. 2) 3600 Joule.

X

Reattanza espressa in ohm.

Z

Impedenza
Home  |  Mappa del Sito  |  Fluke Corporation  |  Politica sulla privacy  |  Termini di utilizzo Fluke  |  Termini e Condizioni© 1995 - 2014 Fluke Corporation